Affidamento della gestione del servizio di refezione scolastica per gli alunni che frequentano la scuola dell'infanzia a tempo pieno della scuola primaria di I grado (Anni scolastici 2019/2020, 2020/2021 e 2021/2022

Scheda di dettaglio

Affidamento della gestione del servizio di refezione scolastica per gli alunni che fequenatno le scuole dell'infanzia e le sezioni a tempo pieno della scuola primaria di primo grado (Anni scolastici 2019/2020, 2020/2021 e 2021/2022) mediante provedura aperta.

  • C.I.G.: 8038169AE4
  • Data acquisizione C.I.G.: 23.09.19
  • Periodo: 30.10.19 fino a 15.10.19
  • Denominazione Stazione Appaltante: Comune di Carmiano
  • Codice Fiscale Stazione Appaltante: 80010510750
  • Ufficio responsabile: Settore 3° Servizi alla Persona
  • Responsabile procedimento: Spagnolo Stefania
  • Tipologia di affidamento: Affidamento servizi e forniture
  • Soglia: Affidamento sotto soglia
  • Modalità di scelta del contraente: 01-PROCEDURA APERTA
  • Note su modalità di scelta del contraente: L'affidamento dell'appalto avverrà mediante procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del D. Lgs. 50/2016 da aggioudicare sulla base del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa di cui agli artt. 36, comma 9 bis e 95 comma 2, del D. lgs. n. 50/2016, da espletare tramite portale telemativo TUTTOGARE
  • Gara deserta: No
  • Importo in Euro (€) di aggiudicazione: 0.00
  • Importo in Euro (€) delle somme liquidate: 0.00
  • Data inizio lavori, servizi o forniture: 01.01.20
  • Data di ultimazione lavori, servizi o forniture: 31.12.22

Chiarimenti

Chiarimenti

  1. 08/11/2019 09:11 - QUESITO 1:
    Con riferimento all’Art. 27 (Personale) comma 3, del Capitolato Speciale d’Appalto, vengono indicate delle unità di personale il cui costo per 169 giorni annui di attività (art. 3 comma 2 – Tipologia del Servizio) è notevolmente superiore al costo della manodopera quantificato da Codesta Amministrazione. E’ il caso di sottolineare che con Decreto Dirigenziale n. 44 del 2019 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sono state pubblicate le tabelle aggiornate del costo orario del lavoro per i dipendenti del settore “Ristorazione Collettiva” che si allegano in copia. Si allega inoltre tabella riepilogativa riportante il reale costo delle unità di personale previste in Capitolato.

    RISPOSTA 1:
    In merito a quanto richiestyo occorre precisare che l’evocato art. 27 comma 3 del CSA viene senza dubbio contemperato da quanto riportato nella descrizione del maxi-criterio di valutazione A a pag. 5 del Disciplinare di gara, laddove si riporta testualmente quanto segue: “[...] L’appaltatore dovrà assicurare per tutta la durata del servizio personale in numero sufficiente assunto a tempo determinato. L’appaltatore dovrà in ogni caso obbligatoriamente precisare, secondo le tabelle del Ministero del Lavoro, il costo orario e il numero di ore di impiego garantito per ogni lavoratore da impiegare.Per il personale da impiegare alle dipendenze dell’appaltatore per il servizio de quo, fermo restando il numero minimo da impiegare di cui all’art. 27 del CSA, il personale effettivamente impegnato rientra nella libera e autonoma scelta dell’imprenditore che redige l’offerta, cui compete in definitiva l’articolazione dell’orario ed il numero delle ore giornaliere di impiego di tali lavoratori e/o la proposta di ulteriori unità lavorative aggiuntive. [...]”.
    In altri termini, mentre restano fermi (per il principio d salvaguardia dei livell occupazionali) il numero e la qualifica degli addetti da assumere, non è altrettanto prefissato il relativo monte-orario, che viene demandato alla capacità gestionale del Concorrente e che è oggetto di specifica valutazione da parte della Commissione. La declinazione del monte-orario che accompagna l’elenco delle figure professionali da inquadrare riportato nello specchietto di cui al comma 3 dell’art. 27 CSA è quindi puramente indicativo, non coercitivo, e da intendersi riferibile allo “storico” registrato per l’espletamento del servizio negli ultimi anni.

    La C.U.C. Union 3

11/11/2019 11:51

  1. 08/11/2019 09:27 - QUESITO 3:
    In merito al Titolo 4, punto 4.1 del Disiplinare di gara, tra i criteri dell’Offerta Tecnica è stata inserita il punto relativo al ribasso che, in quanto offerta economica, dovrebbe essere inserita nel Titolo 5. Pertanto, il totale dell’offerta Tecnica è 75 e non 100?

    RISPOSTA 3:
    Al punto 4 del Disciplinare di gara è riportato in incipit in maniera inequivocabile la ripartizione del punteggio complessivo di 100/100 in 75/100 per l’offerta tecnica e in 25/100 per l’offerta economica. Al sottoparagrafo 4.1 viene poi declinata con dovizia di particolari l’articolazione dei punteggi per criteri e sottocriteri di valutazione, di cui quelli di natura qualitativa riconducibili all’offerta tecnica (di cui al Titolo 7) e quello quantitativo chiaramente riconducibile all’offerta economica (di cui al Titolo 8).
    Non si coglie invece il nesso del segnalato riferimento al Titolo 5.

    LA C.U.C. Union3

11/11/2019 12:07

  1. 08/11/2019 09:23 - QUESITO 2:
    In merito al Titolo 4, Comma 4.1 si rileva che “L’appaltatore dovrà in ogni caso obbligatoriamente precisare, secondo le tabelle del Ministero del Lavoro, il costo orario e il numero di ore di impiego garantito per ogni lavoratore da impiegare. Per il personale da impiegare alle dipendenze dell’appaltatore per il servizio de quo, fermo restando il numero minimo da impiegare di cui all’art. 27 del CSA”. A questo punto è possibile inserire nell’Offerta Tecnica dati di notevole rilevanza economica?

    RISPOSTA 2:
    Il quesito rivolto è pleonastico. E’ espressamente richiesto al Concorrente di specificare costo orario e monte orario garantito per ogni lavoratore da impiegare, dati che saranno oggetto di specifica valutazione da parte della Commissione e che, in questo senso, non prefigurano alcuna anticipazione di natura economica in sede di offerta tecnica.

    La C.U.C. Union 3
X
Torna su