Dal Ministero dello Sviluppo Economico, nuovi incentivi per il commercio al dettaglio

Dal 3 maggio le domande di contributo a fondo perduto

  • Data: 05.04.22
  • Data di ultima modifica: 05.04.22
Dal Ministero dello Sviluppo Economico, nuovi incentivi per il commercio al d...

L’Assessore alle Attività Produttive informa che il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso operativo il Fondo dedicato al rilancio delle attività economiche di commercio al dettaglio, come stabilito dall'articolo 2 del Decreto Legge 27/01/2022 n. 4 Sostegni-ter, mettendo a disposizione per l’erogazione un totale di 200 milioni di euro.
Le attività economiche per le quali è ammesso il contributo sono quelle rientranti nei settori identificati con i seguenti 15 codice ATECO: 47.19, 47.30, 47.43 e tutte le attività dei gruppi 47.5 e 47.6, 47.71, 47.72, 47.75, 47.76, 47.77, 47.78, 47.79, 47.82, 47.89 e 47.99.
Non si tratterà comunque di un “click day” in quanto, l’ordine con il quale perverranno le richieste non sarà preso in considerazione per l’erogazione del contributo. Infatti, se le risorse stanziate non saranno sufficienti a coprire l’ammontare richiesto attraverso le domande pervenute e ritenute ammissibili, il ministero dello Sviluppo ridurrà in modo proporzionale il contributo, tenendo conto delle diverse fasce di ricavi.
Il requisito base per poter accedere a tale contributo è presentare un volume di ricavi riferito all’esercizio 2019 non superiore a 2 milioni di euro ed una riduzione del fatturato nel 2021 non inferiore al 30% rispetto allo stesso 2019. L’ammontare del contributo sarà inoltre differenziato in tre fasce, commisurate ad una percentuale variabile pari alla differenza tra l’ammontare medio mensile dei ricavi del periodo d’imposta 2021 e l’ammontare medio mensile dei ricavi del periodo d’imposta 2019.
La fascia più generosa prevede che il contributo sia pari al 60% della perdita per i soggetti con ricavi 2019 non superiori a 400 mila euro, per scendere poi al 50% per i soggetti con ricavi 2019 compresi tra i 400 mila euro ed 1 milione di euro, ed arrivare infine al 40% per quei soggetti con ricavi superiori a 1 milione e fino a 2 milioni di euro.
Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dalle ore 12:00 del 3 maggio 2022 e sino alle ore 12:00 del 24 maggio 2022, esclusivamente tramite la procedura informatica,
Maggiori informazioni sul sito del Ministero dello sviluppo economico.


Documenti e link

Categorie di notizie correlate:
X
Torna su